FAQ: Multiswitch


FAQ H.1
Ho installato un multiswitch e non ricevo alcun segnale. Cosa fare?

Come prima cosa verificare se il multiswitch necessita di alimentazioni esterne per alimentare il LNB. Una volta esclusi gli eventuali problemi legati all'alimentazione, se il problema permane, verificare di non avere collegato erroneamente i cavi tra LNB e multiswitch. Infatti se i cavi delle quattro polarizzazioni non sono connessi correttamente, il decoder, comandando il multiswitch, non riesce a ricevere i canali presintonizzati.

FAQ H.2
Come posso fare per miscelare i segnali TV con quelli SAT in un impianto a multiswitch?

In impianti a multiswitch è possibile miscelare i segnali TV con quelli SAT già all’interno della colonna montante grazie all’impiego di multiswitch TV-SAT, ovvero multiswitch a 5 ingressi (4 ingressi SAT H-V-H-V più l'ingresso DTT) sulle cui uscite derivate i segnali TV-SAT escono già miscelati. Le versioni TV-SAT sono disponibili sia nel caso di multiswitch radiali che nel caso delle due serie di modelli in cascata rappresentate rispettivamente dai multiswitch regolabili e dai mutliswitch dCSS.

FAQ H.3
Qual è il vantaggio di utilizzare dei multiswitch in cascata?

L'utilizzo di multiswitch in cascata consente di bilanciare correttamente l'impianto. I multiswitch a guadagno regolabile della serie MW, inoltre, offrono il vantaggio di realizzare anche impianti di grandi dimensioni con due soli modelli grazie alla presenza dell'interruttore che permette di impostare guadagni differenti ai vari piani dell'edificio.

FAQ H.4
Posso ricevere due satelliti diversi con una sola parabola in un impianto a multiswitch?

Sì. Per far ciò occorre installare sulla parabola un supporto multifeed ed un secondo LNB H-V-H-V. Predisporre due cascate affiancate di multiswitch e collegare ciascuna coppia di uscite con un commutatore DiSEqC per multiswitch.
Per vedere alcuni esempi di quanto appena detto è possibile avvalersi della nostra Ricerca guidata per schemi di impianto.

Per sapere cosa si intende con Legacy vedi FAQ K.4.
Per saperne di più sul protocollo DiSEqC vedi FAQ K.3.

FAQ H.5
Posso collegare più decoder indipendenti fra di loro ad una medesima uscita derivata del multiswitch?

Sì, ma solamente nel caso di multiswitch SCR o multiswitch dCSS.
Nel primo caso è possibile collegare fino a 4 tuner indipendenti sulla stessa uscita derivata utilizzando altrettante user band.
Nel secondo caso, invece, è possibile collegare fino a 16 tuner indipendenti sulla stessa uscita derivata utilizzando altrettante user band.
Per poter far ciò è necessario collegare all'uscita del multiswitch decoder che supportino gli standard SCR/dCSS.
Per saperne di più sul protocollo SCR vedi FAQ K.5.
Per saperne di più sul protocollo dCSS vedi FAQ K.6.

FAQ H.6
Posso installare un multiswitch SCR in un impianto con multiswitch tradizionali?

Sì è possibile installarlo, in quanto i multiswitch SCR OFFEL sono compatibili con tutti i multiswitch tradizionali. L'unica accortezza è verificare se il LNB è alimentato a monte dell'impianto: in tal caso è necessario posizionare l'inseritore di tensione tra LNB e primo multiswitch connettondolo sulla polarizzazione V/L.

FAQ H.7
Posso installare un multiswitch dCSS in un impianto con multiswitch tradizionali?

Certo, a patto di osservare alcuni accorgimenti.
Poiché i multiswitch della serie MSW dCSS hanno un assorbimento considerevole e sono tutti in grado di prelevare alimentazione sulla polarità V/L, prima di procedere al loro collegamento sulla colonna montante dell'impianto occorre accertarsi che siano correttamente alimentati mediante alimentatore dedicato o, in alternativa, che l'alimentazione presente sulla polarità V/L sia sufficiente al funzionamento di tutti i dispositivi (LNB e multiswitch) presenti in impianto.
A tal proposito si rimanda alle schede tecniche dei singoli prodotti, poichè ogni modello si differenzia dagli altri per tipo e modalità di alimentazione.

FAQ H.8
Quali tipi di decoder è possibile collegare all'uscita di un multiswitch dCSS?

Nel caso in cui il multiswitch abbia uscite derivate dCSS/Legacy, quindi in grado di elaborare correttamente sia comandi di commutazione 13÷18 V 0÷22 KHz che comandi di commutazione propri dello standard SCR/dCSS, è possibile utilizzare qualsiasi tipo di decoder SAT.
Qualora invece il multiswitch sia in grado di elaborare esclusivamente segnali dCSS, poichè la tecnologia dCSS è retrocompatibile con quella SCR, è possibile collegare alle sue uscite derivate sia i decoder multituner con tecnologia dCSS di prossima generazione che i decoder con tecnologia SCR attualmente in uso, mentre sono esclusi quei decoder che prevedono solo comandi di commutazione 13÷18 V 0÷22 KHz.

FAQ H.9
I multiswitch Legacy della serie MW danno la possibilità di telealimentare l'LNB da decoder, senza dover installare un alimentatore lungo la colonna montante. Questo vale anche per i nuovi multiswitch dCSS?

No.
Mentre i multiswitch Legacy della serie MW hanno un assorbimento piuttosto contenuto (max 75 mA), che permette ai decoder di fornire l'alimentazione necessaria e sufficiente al loro funzionamento ed a quello dell'LNB, i multiswitch dCSS sono caratterizzati da un assorbimento maggiore, per cui di fatto è obbligatoria l'installazione di uno o più alimentatori esterni in grado di fornire la giusta corrente di alimentazione a tutti i dispositivi (multiswitch e LNB) dell'impianto lungo la colonna montante.
Per maggiori info sui modelli degli alimentatori e degli eventuali inseritori di tensione da utilizzare a corredo dei multiswitch dCSS si rimanda alle schede tecniche dei singoli prodotti.

FAQ H.10
Ho installato un multiswitch dCSS ma non funziona. Perchè?

Poichè i multiswitch dCSS hanno un assorbimento considerevole, come prima cosa occorre accertarsi che sia l'LNB che il multiswitch siano correttamente alimentati.
A tal proposito si rimanda alle schede tecniche dei singoli prodotti, poichè ogni modello si differenzia dagli altri per tipo e modalità di alimentazione.
Multiswitch dCSS

FAQ H.11
Ho sostituito il multiswitch precedentemente installato nell'impianto con un nuovo multiswitch dCSS, ma il decoder non riesce più a ricevere nessun canale. Come posso risolvere il mio problema?

Innanzitutto occorre verificare che il multiswitch appena installato sia correttamente alimentato.
In secondo luogo, se il decoder collegato all'uscita dCSS del multiswitch prevede i comandi di commutazione propri dello standard SCR/dCSS (è il caso sia dei decoder multituner di prossima generazione con tecnologia dCSS che dei decoder con tecnologia SCR attualmente in uso), basterà programmare il decoder, a seconda del modello, in modalità SCR o dCSS.
Se invece il decoder prevede solo comandi di commutazione 13÷18 V 0÷22 KHz, sarà necessario utilizzare multiswitch con uscite derivate dCSS/Legacy, le quali si comportano come uscite Legacy oppure come uscite SCR/dCSS a seconda del tipo di decoder ad esse collegati.

FAQ H.12
Ho notato che per alcuni prodotti con tecnologia dCSS viene specificato che possono funzionare in modalità dinamica oppure in modalità statica. Cosa significa?

I dispositivi (LNB e multiswitch) con tecnologia dCSS che presentano questa caratteristica possono funzionare in una modalità piuttosto che in un'altra a seconda di come vengono programmati.
La modalità 'dinamica' consente di distribuire un numero potenzialmente illimitato di transponder ad un massimo di 32 dispositivi, fra loro indipendenti, sfruttando altrettante User Band.
In modalità 'statica', invece, vengono assegnate ad un massimo di 32 transponder altrettante frequenze in banda 1 IF. I 32 transponder selezionati possono essere distribuiti ad un numero potenzialmente illimitato di utenti.
Qualora vi sia la necessità di aggiornare la programmazione o di passare da una modalità all'altra, questi dispositivi possono essere riprogrammati mediante programmatore dCSS (art. 15-701 P-MSW dCSS), da acquistarsi separatamente.

FAQ H.13
E' possibile distribuire i segnali satellitari all'interno di un condominio attraverso la distribuzione monocavo preesistente?

Se i cavi, i divisori/derivatori e le prese già installati sono idonei alla distribuzione dei segnali satellitari ed installato sulla parabola vi è un LNB H-V-H-V, allora è possibile sfruttare la distribuzione monocavo preesistente utilizzando l'art. 15-700 MSW52 dCSS 32 porte, programmato in modalità statica, in abbinamento ad un amplificatore di linea SAT.
Questo multiswitch, da installare all'uscita dell'LNB ed a monte della distribuzione, se programmato in modalità statica è in grado di assegnare ad un massimo di 32 transponder altrettante frequenze in banda 1 IF. I 32 transponder selezionati possono essere distribuiti ad un numero potenzialmente illimitato di utenti.
Un programmatore esterno (art. 15-701 P-MSW dCSS) consente di riconfigurare il multiswitch ogni volta che è necessario modificare le frequenze selezionate.
Nel caso in impianto non sia già presente un LNB, in alternativa all'art. 15-700 MSW52 dCSS 32 porte è possibile utilizzare l'LNB art. 13-210 LNB dCSS 32 porte.

FAQ H.14
Cosa si intende quando si parla di multiswitch "Wide band"?

Con multiswitch Wide band vengono indicati quei multiswitch in grado di gestire i segnali, ricevuti da un satellite, mediante l'utilizzo di due soli cavi coassiali (uno per la polarizzazione verticale, l'altro per quella orizzontale), su cui vengono distribuiti i segnali di una medesima polarità nel range di frequenze da 250 MHz a 2350 MHz. Devono essere utilizzati in abbinamento ad LNB dello stesso tipo (vedi FAQ B.14).

FAQ H.15
Cosa si intende con impianto "Sky ready"?

Il requisito minimo che un impianto in multiutenza deve avere per essere considerato "SKY Ready" è la presenza all'interno di ciascun appartamento di una distribuzione che consenta di utilizzare un decoder My SKY HD. E' possibile ottenere ciò impiegando una presa collegata ad un multiswitch SCR oppure utilizzando una "presa doppia", ovvero due prese affiancate, ciascuna delle quali collegata ad un'uscita di un multiswitch tradizionale, come i multiswitch regolabili della serie MW. La soluzione raccomandata per un impianto SKY Ready prevede all'interno di ogni appartamento la possibilità di collegare un decoder My SKY HD (con presa “doppia” o singola, a seconda della tecnologia impiegata), più altre due prese per il collegamento di due decoder SKY Multivision.
Per individuare gli impianti SKY Ready è possibile avvalersi della nostra Ricerca guidata per schemi di impianto.
Per saperne di più sul protocollo SCR, infine, vedi FAQ K.5.